In punta di piedi

ballerine del Bolshoi

È pensiero diffuso che per rimappare una moto bisogna operare una rivoluzione all’interno della centralina elettronica e che questo “processo” metta a repentaglio la salute del motore, niente di più errato.

Il processo di Tuning – espressione più corretta rispetto a rimappare perché tutti possono rimappare una moto, pochi sanno metterla a punto –  è un lavoro che avviene per piccoli passi, in maniera graduale e necessita di una cura quasi maniacale dei dettagli, il risultato finale in termini di prestazioni è assoluto, ma se si va a fare una comparazione tra i valori della mappa di partenza e quelli della mappa finale si può rimanere sorpresi, molto sorpresi.

Di seguito sono pubblicati tre grafici comparativi tra la mappa finale e la mappa originale di un Fat Boy del 2013, l’esempio che segue è significativo perché in quasi la totalità delle moto i valori delle differenze non si discostano di molto dagli esempi che seguono.

Come da tabelle che seguono le differenze massime tra la mappa originale e la mappa di una moto messa a punto si aggirano intorno al +/-15%, capirete voi come sia difficile dar credito a coloro che affermano che un buon Tuning possa creare danni al motore dopo che si è entrati a lavorare all’interno di una centralina in punta di piedi come le differenze prima/dopo testimoniano.

Differenza tra anticipi originali e anticipi dopo il Tuning

Differenza degli anticipi prima e dopo il Tuning

Differenza del rapporto Aria/Benzina prima e dopo il Tuning

Differenza del rapporto Aria/Benzina prima e dopo il Tuning

Differenze dell'Efficenza Volumetrica prima e dopo il Tuning

Differenze dell’Efficienza Volumetrica prima e dopo il Tuning