Pugno di ferro in guanto di velluto

Per definire un motore performante davvero, oltre alla classica valutazione dei parametri di coppia e potenza massima, è necessario valutarne la reale guidabilità. Per guidabilità si intende: fluidità e continuità nell’erogazione della potenza, accelerazioni potenti e costanti fin dai regimi più bassi, risposte pressoché immediate ai comandi del gas, dolcezza nella guida rilassata e a velocità di crociera ed ovviamente assenza di vuoti e assenza di sussulti e singhiozzi nelle ripartenze.

(altro…)

Omaggio al Victory 106″ che non c’è più

Victory Motorcycles, sconosciuta ai più, nel 2017 ha chiuso la produzione delle sue moto per decisione della proprietà Polaris che ha trasferito tutte le risorse alla Indian. Le moto a marchio Victory nascono nel 1997 per volontà della Polaris con l’intenzione di competere con le Harley-Davidson, ma questo marchio non ha mai riscosso il consenso della popolazione dei bikers, successo che invece sta riscuotendo la Indian anch’esso marchio di proprietà della Polaris. (altro…)

Stage I su Softail Milwaukee-Eight

I nuovi modelli Harley-Davidson Softail con nuovo telaio e nuovo motore Milwaukee-Eight girano per le nostre strade da più di un anno, sulla maneggevolezza e guidabilità del nuovo telaio se ne è molto parlato e scritto, ma su come risponde il nuovo motore ad uno Stage I fatto come si deve se ne sa ancora poco. Se avete la pazienza di leggere questo “articoletto” lo scoprirete. (altro…)

Milwaukee 8 117ci Stage III

Forse esiste una relazione tra ciò che spinse Ulisse ad oltrepassare le colonne d’Ercole e ciò che spinge ad installare uno Stage III 117″ su un motore Milwaukee-Eight 114″ e forse la ragione è da ricercare anche nel fatto che un 114″ c.i. – che sta a significare 1.870 cc di cilindrata – su una moto può diventare ordinario tanto da voler andare oltre. (altro…)